Life In Extra

League of Extra: il teamwork anche nei videogame!

Francesco Pini,

 

La forza di Extra, si sa, sta nel gruppo. Un gruppo che si distingue per le tante passioni, le competenze e gli stili differenti.

Ma una cosa sicuramente accomuna tutti in Extra: nessuno può fare a meno del computer! Ci occupiamo di programmazione, digital marketing, system integration e tanto tanto altro, ma il computer non viene utilizzato solo per lavoro.

In un’azienda così, infatti, poteva mancare la passione per i videogiochi?

C’è chi dice che la vita è un gioco, c’è chi preferisce simulare la realtà immergendosi in una virtual life (prendi The Sims, per esempio), ma noi in Extra cerchiamo di essere noi stessi in tutto ciò che facciamo, che si tratti di un progetto di lavoro oppure… un videogame!

Leggi di più...

Oscar 2018: le previsioni di Extra. Siamo esperti anche di cinema?!

Diego Simoni,

La mia passione per il cinema è nata ormai quasi 6 anni fa, quando ho iniziato l’università e mi sono trasferito a Pisa. Allora con i miei coinquilini iniziammo, quasi ogni sera, a guardare un film diverso, eravamo un piccolo cineforum!

Probabilmente non sono l’unico. Qui in Extra molti di noi coltivano la passione per il cinema, quotidianamente ci scambiamo consigli sulle nuove serie tv da vedere; siamo talmente nerd in questo che chi osa spoilerare rischia il licenziamento. Mi ricordo che nel periodo “Game of Thrones” ogni lunedì avevamo un appuntamento fisso, per scambiarsi commenti, opinioni, previsioni basate sulla puntata appena vista, e naturalmente darne una recensione, quasi sempre positiva.

Leggi di più...

L’appetito vien... lavorando!

Martina Ghiselli,

In Extra Group professionalità e dedizione non mancano, ma anche la gola vuole la sua parte, e così, tra una system integration ed uno sviluppo applicativo, i membri del team Extra trovano sempre l’occasione giusta per gustare le prelibatezze che alcuni colleghi, a turno, realizzano.

La pausa caffè viene spesso arricchita da dolci, pasticcini e crostate, per festeggiare il compleanno di un collega, un evento speciale, o semplicemente per condividere un bel momento tutti assieme.

Tra le cuoche più attive di Extra, specializzate nella categoria dessert, non possiamo non menzionare Alessandra e Ingrid, che con la dolcezza delle loro creazioni riescono ad allietare anche le più impegnative giornate di lavoro.

Scopriamo insieme a loro i segreti del mestiere!

 

Leggi di più...

Knock Knock Knocking on Extra’s door

Gloria Rossetti,

Beh, i Gun’s and Roses (o meglio Bob Dylan) cantavano “Knocking on Heaven’s Door”, ma se invece che alla porta del paradiso, provaste a bussare alla porta di Extra, che cosa succederebbe??

Certo, trovereste un ambiente lavorativo pieno di persone giovani, di talento, con tanta voglia di fare, competenti e aperti a nuove sfide. Ma allo stesso tempo, ve lo garantisco, trovereste anche persone piene di passioni, ognuna con degli interessi extra-professionali per niente banali e puoi imparare qualcosa di nuovo da tutti loro.

Ci sono gli amanti delle serie tv, le sportive che macinano decine di km durante le pause pranzo, i patiti del calcio, del Pisa soprattutto (o del Livorno, per par condicio!!), fino alle pasticcere, scultrici emergenti della pasta di zucchero.

Ma ci sono anche loro: i musicisti e gli amanti della buona musica! Coloro che hanno l’orecchio sopraffino e che durante le ore lavorative non riescono a concentrarsi se non hanno le loro cuffiette. Se non hanno la giusta colonna sonora a fargli compagnia!

E devo dire che Extra sostiene moltissimo questa loro passione. Basta pensare che la nostra sala relax è dotata di amplificatore Fender, basso e chitarra elettrica. Non si sa mai durante le pause venisse voglia a qualcuno di sgranchirsi le dita e far echeggiare qualche riff famoso in tutta l’azienda!

Ma chi sono gli Extra-musicisti?!

Leggi di più...

Life in Extra: il Ping Pong diventa Quidditch!

Rosario Passaretta,

Quando sono entrato nella sede di Extra per il mio colloquio di lavoro, mi hanno fatto accomodare su un divanetto nella loro "sala d'attesa". Appena mi siedo noto subito delle cose poco comuni: diverse chitarre elettriche, un tavolo da ping pong, una libreria con tanti libri interessanti. Ciò che mi colpisce particolarmente è il tavolo da ping pong; la mia passione per il tennis mi ha portato naturalmente anche verso il ping pong, infatti ho sempre giocato sin da quando ero bambino.

Il mio primo pensiero è stato: "Vabbè sarà una di quelle cose messe lì, per bellezza, giusto per sembrare una di quelle aziende americane fighe".

Leggi di più...

Scoprendo nuovi modi di fare team building | Cena messicana tra colleghi

Diego Simoni,

Ormai è da 4 mesi che sono entrato in Extra, fin da subito ho capito che l’ambiente era diverso dal classico contesto lavorativo ma alla cena aziendale ne ho avuto la conferma definitiva. Inizialmente l’idea era quella di fare una cena tra pochi intimi, ma presto la cosa si è allargata e la partecipazione è stata quasi totale da parte di tutti i “colleghi”.

Leggi di più...

Sostieni anche tu "i Bambini delle Fate"

Francesco Pini,

Ricordi come passavi le giornate quando eri piccolo? Ridere e scherzare con i compagni di classe, uscire a fare un giro con gli amici, praticare lo sport preferito: sono tante le cose che possono fare i bambini e i ragazzi con i propri coetanei, immergendosi in un mondo fatto di affetti e divertimento!

Non tutti però riescono a esprimere le proprie passioni, le proprie intenzioni, il proprio amore come vorrebbero. È il caso dei ragazzi affetti da autismo, che si manifesta in loro sin dai primi anni di vita ed è caratterizzato dal mancato sviluppo di relazioni sociali e affettive.

Immagina di dover andare da qualche parte e di prendere la macchina. Quando la apri, parte il clacson. Metti in moto e ingrani la prima, ma la macchina va in retromarcia. Vuoi girare a sinistra, ma invece la macchina va a destra. Immagina ora che questa macchina sia il tuo corpo. I ragazzi affetti da autismo sono esattamente così: hanno un corpo che non risponde ai loro comandi. (Franco Antonello, fondatore de "i Bambini delle Fate")

Messi ai margini dalla società, questi bambini (quindi ragazzi, quindi adulti), sono destinati a una vita difficile e solitaria. Ma c'è chi non ci sta. Chi non si rassegna e non vuole girare la testa di fronte ai gravi problemi che affliggono i ragazzi autistici.

Così, proprio con l'obiettivo di venire in aiuto a questi ragazzi e alle loro famiglie, è nata l'associazione "i Bambini delle Fate".

Leggi di più...

Perché non vediamo l'ora di partecipare al Red Hat Open Source Day 2018

Erika Micheletti,

 

La settimana scorsa è stata una settimana intensa ed entusiasmante, è stata la settimana del Red Hat Open Source Day 2017.

Questo evento, interamente dedicato al mondo dell'Open Source, si tiene ormai da qualche anno sia a Milano che Roma, ed ospita colossi del mondo IT come Cisco, Lenovo, Microsoft e Intel, ma anche altri fondamentali partner di Red Hat di dimensioni più ridotte, sparsi sull'intero territorio nazionale.

Extra Group è stata rappresentata per la prima volta, dopo la "verticalizzazione" aziendale avvenuta nel corso di quest'anno, da Extra Red, Advanced Business Partner di Red Hat... e da me, come rappresentante del marketing di Extra Magnet! :)

Leggi di più...

Alla scoperta del cibo "italiano" negli USA

Rob Carrillo,

Alcune settimane fa, Francesco Merangolo, uno dei nostri esperti di Business Intelligence, è tornato da 3 mesi di lavoro su un progetto negli USA.

Il tempo passato negli Stati Uniti si è rivelato essere un’esperienza che lo ha fatto crescere sia personalmente che professionalmente. Tuttavia, uno degli aspetti più interessanti del tempo passato oltreoceano è stato il cibo. I suoi colleghi americani sono stati fin troppo felici di fargli provare il loro cibo "italiano".

Ecco alcune variazioni del cibo italiano, ormai emigrato in USA, che ci ha raccontato:

Leggi di più...

Life in Extra Holidays: la nostra estate!

Erika Micheletti,

Il rientro dalle ferie. Si, lo so... è un trauma un po' per tutti! Però c'è anche un aspetto positivo da tenere di conto: il racconto delle vacanze. Torni, e la pausa caffè e la pausa pranzo si trasformano in ottime occasioni per raccontare i meravigliosi posti visitati durante le vacanze estive oppure la felicità e la serenità assaporate proprio restando a casa o andando alla spiaggia di sempre con gli affetti più cari. Abbiamo quindi deciso di divertirci un po' e di trovare un modo alternativo per condividere le nostre foto non solo tra colleghi, ma anche con l'esterno. È nato così il Life in Extra Holidays #PhotoContest! 

Leggi di più...

Share this post

   

Commenti

Condividi questo blog